L’arte di arrangiarsi


Artigianato etnico africano: l’arte di arrangiarsi

Materiali di scarto, tubi idraulici, rafia, vetro riciclato, lattine, piante essiccate, fili del telefono, perline, radici d’albero, vecchie carrozzerie d’auto. I prodotti di Cetacea Service: tra artigianato e arte

Esclusivamente hand-made e sempre fair trade!

In relazione all’artigianato africano, Cetacea Service nasce come contenitore dinamico per dare voce a Etnie e Persone che singolarmente o in gruppo, sulle strade e nei villaggi, all’interno d’istituzioni pubbliche o private, esprimono la loro, mai venuta a meno, multiforme valenza artistica.

Artigianato? Arte? Il confine è spesso sottile… ma poi non è così importante quando si resta stupiti davanti a monili che possono essere gioielli, cesti e ceramiche che ricordano lavori di Mondrian, sculture che non sfigurerebbero in un museo.
scultura artigianale d'arte africanaTalvolta in mancanza di materiali idonei, l’inventiva africana supplisce e a volte addirittura esalta e impreziosisce il risultato finale. Radici di acacia centenarie si trasformano in moderne sculture, bulloni e tubi di scarico diventano raffinati o quantomeno unici monili, fili del telefono alla base di originali complementi di arredo. Lucido da scarpe, olio usato dei motori e spazzole da candele per completare le “opere d’arte”.

Gli articoli d’artigianato proposti da Cetacea Service sono esclusivamente hand-made, per lo più prodotti da cooperative femminili e sono tutti di nota provenienza.
Cetacea Service, infatti, sceglie sul posto i prodotti: prima d’iniziare l’importazione visita i luoghi da cui i gli articoli provengono – Tanzania, Zambia, Namibia, Sudafrica, Swaziland, Zimbabwe e Madagascar – incontra gli artigiani,  conosce le loro storie…
statua di elefante realizzata a partire da una radice
Tra i prodotti artigianali che fanno la differenza tutti ovviamente a tema Africa: le “Perle dal Deserto” animaletti (giraffe, elefanti, farfalle, leoni, coccinelle, libellule, gechi), alberi di Natale realizzati con perline e filo di ferro da profughi dello Zimbabwe in Namibia. Le Perle possono diventare magneti per frigoriferi, portachiavi o semplici pensieri regalo.

Per ogni Perla del Deserto acquistata, Cetacea Service devolve 1 euro all’orfanotrofio Casa Angelo di Mangetti Dune nel Bushmenland in Namibia, gestito dalla dottoressa svizzera Melitta Bosshart.
leone in perline e filo di ferro 'Perla del Deserto' dell'artigianato africano

Sono sempre gli stessi profughi dello Zimbabwe che con le lattine usate di coca-cola, fanta, lemonsoda… producono giraffe e  gechi  super colorati!

Dal Madagascar e tutti in rafia: famiglie di giraffe stilizzate a varie dimensioni e dei più svariati colori e baobab grandi e piccini. Con materiale di recupero aeroplani, auto e fuoristrada e ancora. In legno bastoni della pioggia e piccoli strumenti musicali.
baobab in rafia creati dagli artigiani del Madagascar

Condividi su...Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+Share on LinkedIn